Portici di Bologna; San Luca e la fotografia notturna

Pochi lo sanno, ma è il portico più lungo al mondo con 666 arcate. Suggestivo vederlo dalla città, una infinita serie di archi che salgono sul fianco di una collina

Vivere un paradiso: Parco nazionale dei laghi di Plitvička Jezera

Accesso al parco… si comincia dall’alto, non si può nemmeno immaginare quanto si vedrà scendendo giù… in paradiso!

Laghi di Plitvička… in italiano, i laghi di Plitivice. Una delle più belle esperienze visive e naturalistiche che si possono fare nella vita; una realtà, a nord della Dalmazia, nel cuore dell’Europa di bellezza sconfinata.

Fotografia da teatro

Tutti sul palco, Auditorium “Spazio Binario” di Zola Predosa Bologna. Fotografie di Alessandro Vitale.

Fotografo a Bologna; il ritratto rubato

Per quello che mi riguarda, come fotografo a Bologna, ho sempre prediletto il ritratto di persone che non sapevano di essere fotografate.
La differenza tra un fotografo tradizionale e un fotografo non convenzionale è secondo me, cercare di uscire fuori dai soliti schemi e non essere considerato come il solito fotografo da messa in posa e foto plastiche di gruppo.

Fotografare in Trentino

Fotografare non è solo uno scatto. La fotografia naturalistica, paesaggistica, le panoramiche, sono delle “visioni” che devono raccontare un posto, i suoi colori, i suoi movimenti, la temperatura, il profumo. La fotografia e il Trentino, sono una combinazione unica.

Vista del lago

Lago di Braies e la fotografia naturalistica

Lago di Braies, una perla. Sicuramente una delle mete più affascinanti che si possono visitare quando siamo in Trentino; ma anche tanto “inflazionata” e presa d’assalto.

Le Bocche di Cattaro: baia di Kotor

Bocche di Cattaro in un viaggio via mare; in crociera!

Su una nave, a circa 45 metri d’altezza alle 5 del mattino… le Bocche di Cattaro nella baia di Kotor, offrono un suggestivo scenario quasi fiabesco.

Turismo: Le bellezze naturali in Valsamoggia

Turismo: Le bellezze della natura in Valsamoggia

Il turismo in Valsamoggia è consapevole e responsabile, fatto di ruralità, rispetto della natura e del genius loci. In questo angolo di Emilia-Romagna, i paesaggi ameni, i prati e le ampie vallate sono un invito per l’osservatore all’immersione sensoriale e alla lentezza.

Santuario di Madonna dell’Acero - Emilia Romagna

Corno alle Scale; eccellenza dell’Emilia Romagna

Il bosco è qualche cosa di davvero incredibile! Sembra di passare nel tempo ed anche il silenzio, il “suono” della natura, quel silenzio “assordante” spezzato dal vento e dal muovere delle foglie